Bisogna essere sognatori per riuscire in imprese sempre più grandi: registrare il sold out assoluto con il nuovo record di iscritti; come dare l’opportunità ad una città, quella di Benevento, di rifarsi gli occhi con l’eleganza e la leggiadria delle gesta di atleti élite che vanno per la maggiore. Insomma, un bellissimo 1 Maggio da raccontare con la tradizione della Stra-Benevento, giunta al suo 31esimo appuntamento in una forma strepitosa. Un plauso va a Raffaele Zollo, presidente di questa coesa Amatori Podismo Benevento, che è stato capace di prendere un testimone sempre più pesante e portarlo alla massima espressione.

LA GARA

Fondamentale la presenza di tanti sponsor che, di anno in anno, hanno confermato la propria vicinanza alla perla della città: la Stra-Benevento è diventata a tutti gli effetti un’attrattiva di turismo-sportivo, coinvolgendo tantissimi territori limitrofi in questa festa in casa Amatori Podismo Benevento. Nulla è cambiato rispetto alle prime edizioni, con due giri molto tecnici di circa 5km ed esattamente identici.

Una giornata incerta, ma che ha consentito di correre nella serenità di una pioggia mancata e che ha lasciato prima svolgere l’intero evento. Insomma, non si poteva scrivere meglio questo atto della Stra-Benevento che ha registrato persino il suo nuovo record femminile.

GARA MASCHILE. Un duetto completo. Un passo a due tra l’Esercito, con il già campione Europeo di Maratona Daniele Meucci, ed il magrebino Abdellah Latam (International Security Service). Oggi c’era solo da giocarsi tutto allo sprint, e così è stato per i due contendenti che, dopo un passaggio molto violento ai primi 4,800mt, si sono giocati tutto sull’allungo finale. Allungo che ha visto il giovane Latam, sempre più in crescita, non dare margine all’esperienza di Daniele Meucci, 

tagliando il traguardo per primo sul passo del 3’03”/km. Giusto 17” di distacco prima di vedere anche Meucci siglare la seconda posizione con un ottimo 29’27”. Bellissima la gara del salernitano Gilio Iannone (CarMax Camaldolese), che quando c’è da spingere lo fa sempre con grande selezione e determinazione: 30’39” per lui e medaglia di bronzo. Ottima crescita anche per Ali Akinou (CarMax Camaldolese) che trova la gamba giusta per migliorarsi sempre di più. Chiude la rosa a cinque Ismail Adim, del team Caivano Runners

GARA FEMMINILE. Emozionante, bella e travolgente. Non soltanto la gara in rosa, ma l’eleganza della corsa di una primatista italiana come Sofiia Yaremuchuk: ammirarla correre è un prestigio per tanti appassionati e per la città stessa che ha avuto modo, questa mattina, di ospitare atleti che saranno impegnati nelle prossime Olimpiadi. Non c’è storia e non c’è dubbio che sia lei a tagliare per prima il traguardo, godendo di tempi attualmente fuori portata per ogni altra atleta iscritta:

32’49” per la ragazza dell’esercito che stabilisce il nuovo record del percorso al femminile; alle sue spalle, con 2’10” di distacco, un’altra gazzella: questa volta sono i colori della CarMax con Elvanie Nimbona che continua la sua ripresa registrando tempi di tutto rispetto. Si ritorna in Italia con il bronzo di Alessia Tuccitto (Caivano Runners), detentrice del titolo italiano di Maratona conquistato alla gara della Maga Circe. Chiudono il quintetto le sorelle Francesca e Filomena Palomba, compagne di team della Tuccitto.

La classifica di società va alla sempre più imponente CarMax Camaldolese, che viaggia spedita come un treno per qualità prestazionale e numerosità di atleti.

Non c’è stato il sole leone, ma nemmeno la pioggia ha avuto il coraggio di rovinare una giornata così stellare: la Stra-cittadina dedicata a tutti i bambini e genitori del posto ha chiuso, come sempre, la manifestazione, con la medaglia ricordo donata direttamente dalle mani dell’onorevole Clemente Mastella. Un ennesimo successo centrato per l’Amatori Podismo Benevento che, ora come ora, può seriamente guardare ad obiettivi ancora più grandi.

Info/Curiosità