A distanza di un anno dal bellissimo ricordo lasciato nel cuore e nella testa di tanti, la VI StraComiziano si è svolta sulla scia delle importanti emozioni vissute nella passata edizione. Il Gruppo Sportivo Santa Croce, con a capo Antonio Santella a coadiuvare i ragazzi, e con accanto il prezioso supporto dei confermati Main Sponsor Muto Italo e Santorelli, ha saputo portare ben 500 atleti nella propria Comiziano che questa mattina ha aperto le porte con la sua solita cordialità ed ospitalità. Bella anche la vicinanza del dott. Annunziata e della Dott.ssa Marino che, in un momento in cui la città si appoggia ad un commissariato, hanno mostrato fattivo e prezioso supporto per l’evento.

LA GARA

Nonostante un cielo un po’ cupo ed un po di pioggia mattutina, persino i piani superiori si sono lasciati convincere cedendo lo spazio anche a qualche raggio di sole: il diacono Felice, che ha lasciato la sua benedizione a tutti gli atleti, ha saputo rubare qualche empatico minuto raggruppando tutti in un momento

di raccoglimento rivolto anche e soprattutto alla recente scomparsa di Nico Cioffi, compagno di team dell’organizzazione. A lui sono stati dedicati gli ultimi istanti prima dello start, con un applauso che si è librato nell’aria e che ha aperto le porte al conto alla rovescia per lo start ufficiale.

GARA MASCHILE. Confermati i soliti due giri di 5km che hanno permesso di vivere e condividere il cuore della gara: un passaggio intermedio che, come sempre, si è rivelato cruciale per fare la differenza nella seconda parte ed apprezzare la caparbietà di chi sa ben distillare le energie lungo un tracciato anche abbastanza tecnico. La gara maschile ha visto due protagonisti principali, con il vincitore della passata edizione – Gennaro Betti (Atletica Riardo) – 

provare a difendere il titolo contro un’agonista da sempre Francesco Di Puoti (Atletica Marcianise). Un bellissimo passaggio fianco a fianco nella metà della gara, con il vuoto alle proprie spalle: 34’ la proiezione finale per i due master, con la consapevolezza che sarà il prossimo giro a decidere chi avrà la meglio. Lo stato di forma confermato da Francesco nelle trascorse gare gli ha dato il solito slancio per prendere il largo ed andare via verso la vittoria del traguardo di questa sesta edizione: 33’29” il tempo ufficiale, ed almeno 45” di vantaggio su un Gennaro che con questo suo primo appuntamento del 2024 apre la stagione agonistica. Bella anche la gara del giovane Luigi Junior Palmieri che onora la nuova canotta societaria, quella della Sarno Athletics, portando un bellissimo bronzo sul passo del 3’35”/km: una bellissima leggiadria nell’avanzata di questo promettente ritrovato atleta. Chiudono la classifica maschile Luigi Martino (Erco Sport) e Carmine Quercia (Casale…si).

GARA FEMMINILE. Nessun dubbio e molto più netta la gara femminile, con numeri sulla carta che garantiscono a Francesca Maniaci (Atletica Marcianise) la serenità di poter confermare il titolo con un 38’23”. Bella conferma per la nostra campana che, con leggerezza e divertimento, porta il suo spirito sportivo nei vari appuntamenti podistici del territorio. Alle sue spalle inizia la vera lotta, con Cicciano Running e Nola Running a contendersi l’argento:

molto ravvicinate al primo passaggio, come sempre sarà il secondo giro ad ampliare il distacco tra Cinzia Ottobre ed Antonia Tudisco; la prima riuscirà a spegnere il proprio crono sul passo del 4’05/km con un bellissimo argento da portare nella casata della Cicciano Runing; segue alle sue spalle il 41’34” di Tudisco che comunque sigla un bel risultato per la Nola Running. La rosa femminile si completa con la presenza di Vincenzina Colantoni (Erco Sport) ed Antonella Chiariello (Amatori Marathon Frattese) in quarta e quinta posizione.

La vittoria di società va all’Amatori Marathon Frattese con ben 65 classificati e 16419 punti.

Un po di pioggia sul finale ad infastidire gli ultimi istanti di una manifestazione che tuttavia si è arricchita dei colori portati dai singoli atleti che stamane hanno aderito anche al tema della violenza di genere: una bella conferma, dunque, quella della StraComiziano che si impegna a mantenere gli standard di qualità organizzativa ed ospitalità cittadina con cui ha saputo entrare nel cuore dei tanti che nel tempo continuano a sostenerla.

Info/Curiosità