Venti candeline per questa adolescente ormai patentata del mondo podistico: la Maratonina di San Nicola la Strada è una tradizione consolidata che tutti gli appassionati di corsa riconoscono come tappa immancabile; mille atleti hanno aderito al richiamo dell’Atletica San Nicola, con la necessità di non oltrepassare la cifra tonda prestabilita solo ed esclusivamente per ragioni di sicurezza. Una scelta che la dice lunga sulla ricercata qualità da parte dell’intera macchina organizzativa che, fino a poche ore fa, aveva i suoi riflettori ancora accesi.

LA GARA

E’ calato il sipario su questa edizione, ma resta ancora forte l’emozione nel cuore per la perfetta simbiosi tra amministrazione ed Atletica San Nicola: il sindaco in persona, Vito Marotta, è sceso in piazza per salutare i tanti podisti accorsi da ogni parte della Campania e non solo e correre tra le strade di San Nicola la Strada; il calore dei casertani, come ogni anno, ha fatto la differenza: in tanti sono scesi a gustarsi l’evento e ad applaudire chi è giunto al traguardo di questa ventesima edizione.

GARA MASCHILE. Gara emozionante, molto accesa: il passaggio ai 1600m ha lasciato fin da subito presagire che sarebbe stato spettacolo; Armando Ruggiero (Bitonto Running) ha preso le redini della situazione, ma con un Gilio Iannone (CarMax Camaldolese) attaccato alle sue spalle e pronto a sferrare l’attacco, così come ci ha sempre abituati. Non molto distaccati anche Fabrizio Meoli (International Security Service), Francesco Feola (Tifata Runners Caserta) e Marco Lagona (Caivano Runners).

In gruppo, tutti molto vicini, con la dovuta selezione nelle fasi finali di gara: la bravura e l’esperienza di Gilio si confermano al traguardo di questa ventesima edizione, con la fuga dal sesto chilometro, momento da cui ha preso il comando ed è giunto in volata alla conquista dell’oro con 32’13”. Resta comunque il coraggio del giovane Armando che chiude non molto distante ed appena 7” di distacco. Fabrizio Meoli che fa suo il terzo gradino del podio chiudendo sul passo del 3’15”/km. Chiudono le prime cinque posizioni Marco Lagona e Francesco Feola.

GARA FEMMINILE. Emozionante anche la competizione in rosa, con le prime tre donne tutte sotto il muro dei 40’. Bisogna riconoscere la qualità al femminile che caraterizza le nostre campane e che permette anche alla Campania di essere rappresentata degnamente al di fuori dei confini territoriali: Francesca Palomba (Caivano Runners) non lascia spazio e prende subito il comando, scappando via dal primo metro.

Un netto vantaggio che le consente di firmare la 20^ edizione con un bellissimo 36’59”. Alle sue spalle un argento importante per la Master 45 dell’Atletica Marcianise – Francesca Maniaci, che a poche ore dal successo della 5km su strada, prende anche un argento sul passo del 3’45/km. Chiude appena più distaccata Filomena Palomba, che viene a festeggiare le 35 candeline con il bronzo di quest’oggi ed un 38’08” nella scuderia della Caivano Runners. Completano la classifica in rosa Antonia Tudisco (Nola Running) e Elena Popa (Running Saviano).

La classifica di società vede il dominio della Podistica Frattese.

Un’ennesima conferma per questa Atletica San Nicola, e soprattutto per Pietro Maienza che, da buon presidente e con tana dedizione, riesce a mantenere unito e compatto il proprio team, garantendo fino a poche ore fa uno scenario competitivo, leggero e sano come lo sport richiede. Non c’è alcun dubbio, dunque: San Nicola la Strada si conferma tra le più belle manifestazioni di tradizione che la Campania ha da offrire.

Info/Curiosità